IMG_7234

4 passi a Washington


Ipse dixit: ‘Massì cosa vuoi che avremo camminato, massimo 6Km!’. Salvo scoprire, controllando con Maps, che i suddetti Km erano 16. 😓

  

Non fraintendetemi, a me piace girare a piedi e scoprire così, anche perdendomi un po’ senza controllare la cartina, città che non conosco. E Washington da questo punto di vista si presta perfettamente perchè le distanze fra i punti di interesse principali sono ridotte e, se siete fortunati con il meteo, in 3 giorni riuscirete a vedere tutto tranquillamente.

Ora, se siete persone normali suddividerete il giro del National Mall in due giornate, dedicandone una alla zona di Capitol Hill (il Campidoglio) e dei musei, e la seconda all’area dei memoriali senza affaticarvi troppo; ma se siete – o come me avete ‘malauguratamente’ scelto come accompagnatore – un nazi borderline preoccupato di non avere il tempo per vedere TUTTO.. Beh allora munitevi di scarpe mooooolto comode e cominciate con qualche settimana d’anticipo ad allenarvi come per prepararvi a una mezza maratona. I vostri piedi e le vostre gambe vi ringrazieranno e la sera non sarete troppo devastati per uscire a cena!

  

L’alternativa divertente, veloce e sempre ecologica è il Capital Bikeshare: con 7$ per 24h o 15 per 3 giorni, potrete scorrazzare liberamente per la città con le bici che si trovano praticamente a ogni angolo.

Per i più pigri, la metro è comodissima (anche se non proprio economicissima) e porta anche nelle zone più remote delle contee vicine. Per esempio, se foste obbligati.. Pardon! Non vedeste l’ora di visitare l’Udvar-Hazy Air&Space Centre a Chantilly (che in effett,  a dirla tutta, vale molto più la pena dell’omonimo museo in centro città) basterà arrivare al capolinea della metro Silver e da lì prendere l’autobus 983 che lascia proprio di fronte all’ingresso (ricordatevi di portare i soldi contati – 1.75$ – o comunque banconote di piccolo taglio perchè gli autisti non danno resto).

 

Quale che sia il vostro mezzo, oltre a girare la città concedetevi il tempo di visitare anche i numerosi musei che costeggiano il Mall. Sono tutti gratuiti (il che è già una figata) e  spaziano per qualsiasi campo: dalla storia naturale (un paradiso per chi da bambina sognava di diventare archeologa e poi biologa marina.. Salvo poi finire a fare PR 😶), alle scienze aerospaziali, all’arte americana e africana. Altra  cosa fighissima,  se siete anche voi internetaholic, quelli dello Smithsonian offrono collegamento wi-fi ai visitatori! 👏👏👏

Fra le attività turisticisssssime ma comunque carine per passare qualche ora c’è la crociera sul Potomac. Oltre alle opzioni di lusso per brunch, pranzo e cena, ci sono anche i semplici traghetti con guida che partono dal Georgeton Water Park con diverse rotte fino al Tidal Basin, Alexandria o Mount Vernon (la tenuta di George e Martha Washington) per cifre decisamente più convenienti. La zona del Water Park è molto carina anche per una passeggiata fino a Roosvelt Island o per un pranzo/cena lungo il fiume (per esempio da Tony&Joe’s per un ottimo piatto di shrimp&crab dip 🍴).

  

Il cimitero di Arlington è impressionante, con la sua distesa (anche se è più giusto parlare di colline) infinita di tombe a ricordare l’assurdità delle guerre. A meno che non vogliate proprio continuare a farvi i Km a piedi, ci sono dei fantastici tour guidati in bus che passano per diversi punti cruciali come il monumento ai militi ignoti, la tomba dei Kennedy e la Arlington House da cui si gode una vista meravigliosa sulla città. 

Dal lato sud si vede anche il Pentagono, raggiungibile in una fermata di metro. Può essere che prima di farvi accedere al memoriale la guardia vi faccia attendere un po’, ma potreste avere la fortuna di beccarvi l’arrivo/partenza di un paio di nuovi XYZ o degli elicotteri presidenziali. 😉 Se siete previdenti, potete anche cercare di prenotare una visita tramite l’Ambasciata, ma avrete bisogno di un preavviso di almeno 3-4 settimane.

 

Che altro dire della capitale? È super organizzata e molto tranquilla, decisamente non un regno dello shopping (per lo meno nelle vicinanze del centro ma verso Georgetown e i quartieri periferici si anima). A cena è meglio non andare troppo tardi (intorno alle 9 di domenica quasi tutti i locali stavano chiudendo la cucina) e in alcuni ristoranti è necessario prenotare anche in settimana. Da New York ci si arriva comodamente in circa 3h30 con i regionali dell’Amtrak o più velocemente con i treni Acela (partenza da Penn Station).

Un pensiero su “4 passi a Washington”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...