Una nuova Avventura sta per cominciare!


Non so se avete mai fatto caso alla citazione sotto al titolo di questo blog ‘le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone’ rubata a John Steinbeck, scrittore statunitense premio Nobel per la letteratura, ma di certo vi sarete accorti che viaggiare è una mia grande passione. Ogni momento libero, ogni soldo messo da parte finiscono puntualmente nella preparazione o nel Viaggio, vicino o lontano che sia, alla scoperta di nuovi luoghi, persone, culture, Mondi più o meno diversi da quello in cui vivo. Sono affetta da quella che io chiamo ‘malattia della valigia’, e considerando che per il resto fortuna vuole che almeno a livello salute non abbia altri grossi problemi direi che posso ritenermi fortunata.🙂 Prima di essere riuscita a terminare il Quaderno di Viaggio del Viet e di aver copiato qui gli altri Itinerari Sfiziosi preparati per Olivia&Marino, eccomi quindi in partenza di nuovo per una nuova Avventura di quelle con la A maiuscola!

 

Wacky Racers ready for Dogon Challenge 2010 (foto A. Martignoni)

E’ cominciato tutto qualche mese fa quando Andrea mi ha portato una cartolina ricevuta in giro durante il Milano Film Festival: raffigurava una macchinina scassatissima gialla e blu che sollevava un polverone su una strada sterrata con la scritta ‘Dogon Challenge 2010: Milano-Bamako Charity Rally’. Saranno più o meno tre anni che sogno di partecipare al Mongol Rally, che al contrario di quello che potrebbe sembrare dal nome non è una corsa ludica.. o meglio, lo è ma con il fine nobile di portare auto e fondi benefici in Mongolia, per cui appena avuta la cartolina nelle mie mani mi sono subito informata su quest’altra iniziativa. Il motivo per cui fino ad ora non sono riuscita a partire per Ulan Bataar è che non ho mai avuto abbastanza tempo (sono almeno 4-5 settimane di viaggio), soldi (4.000€ tutti da mettere in preventivo) né trovato compagni di viaggio con cui poter pensare di mettere in cantiere il progetto. Appena dato un’occhiata al sito del Dogon e fatto un veloce calcolo del budget che sarebbe servito con un equipaggio di almeno tre persone mi sono subito resa conto che questa volta l’Avventura poteva essere alla mia portata! Andrea aveva già i suoi compagni di viaggio per cui io mi sono messa a cercarne altri con l’intenzione iniziale di creare una squadra tutta al femminile. Subito Simona ha accolto l’idea con entusiasmo, insieme a  Donatella. Quando però quest’ultima ha dovuto rinunciare per diversi motivi, ho pensato che anche un ‘uomo di fatica’😀 avrebbe potuto farci comodo e ho quindi chiesto a Teo (che appena saputo della cosa mi aveva detto di voler venire) se fosse ancora interessato. Fortunatamente ha detto di sì e tramite lui abbiamo poi trovato anche il quarto elemento della squadra, Aurore, che già avevo visto un paio di volte. La cosa che più mi preoccupava, ovvero il trovare dei compagni di Viaggio adatti con cui poter condividere l’esperienza senza che diventasse per qualcuno un calvario per mancanza di adattabilità fortunatamente si era risolta in un battibaleno, al nostro primo incontro di gruppo mi sono subito resa conto che l’intesa era perfetta: i nostri rispettivi caratteri e competenze si bilanciavano e incastravano alla perfezione dando vita a un gruppo compatto, eterogeneo e per questo assolutamente completo per gestire tutte le necessità pre- e durante il viaggio. Da lì la strada è stata tutta in discesa.. tirar fuori le idee per la ricerca sponsor, organizzare gli eventi nelle città di origine visto che siamo tutti sparpagliati lungo lo stivale, comprare le cose necessarie per il viaggio, creare il sito, la pagina su fb, sistemare la WackMobile, nel mentre si è aggiunto anche Emanuele, fare un po’ di ufficio stampa per dare visibilità all’iniziativa e alla squadra, pensare ai progetti da proporre al rientro.. praticamente è diventato un lavoro, ma un lavoro che ci ha già dato grosse soddisfazioni e ancora non siamo nemmeno partiti!🙂

La partenza già.. mancano ormai meno di 2 giorni visto che sarà la mattina del 26 dicembre, giorno del mio onomastico!, da Villa Litta Borromeo a Lainate. Fra le mille cose da fare per Natale e gli ultimi preparativi tecnici per esser sicuri che la ‘Freccia del Deserto’, la nostra fantastica Fiat Punto 55S del ’97 recuperata a Temù, possa reggere gli 8.000 e passa km che separano Milano da Bamako, la capitale del Mali, quasi non ho avuto tempo di pensarci per bene ancora. Stamattina ho preparato la valigia, ridotta all’osso come sempre e pronta per essere riempita durante il viaggio non solo di souvenir per me e amici/parenti vari, ma soprattutto con tutte le emozioni, i ricordi, le esperienze che di sicuro questo Viaggio saprà regalarci.

Francia, Spagna, Marocco, Sahara Occidentale, Mauritania, Senegal, Mali.. 17 giorni di viaggio per riempirmi gli occhi di paesaggi, volti, colori, per toccare la sabbia del deserto, fare un tuffo nell’oceano, mangiare fish e chicken yassa a volontà, fermare tutto in un’immagine indelebile, guidare, guidare e ancora guidare per arrivare infine a pucciare mani e piedi nel Niger sognando un giorno di arrivare a Timbuctù..

Un pensiero su “Una nuova Avventura sta per cominciare!”

  1. Vaiiiiiiiiii Steeeeeeeeeeeeee,in bocca al lupo a tutti voi,godetevi ogni attimo di questa fantastica esperienza,e tornate vincitoriiiiiii,anche se solo partecipando gia’ lo siete!!!!🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...